The True History of the So-called Artemidorus Papyrus

Collana Ekdosis
ISBN 978-88-7470-044-8

di Luciano Canfora

Collana: Ekdosis n. 5
2007
pp. IV-204, con illustrazioni
ISBN 9788874700448

La vera storia del cosiddetto Papiro di Artemidoro: con un rigoroso commento filologico Luciano Canfora esplicita la sua posizione sul “papiro della discordia”, oggetto di un acceso dibattito approdato sulle pagine culturali della stampa italiana e straniera.

Profilo dell’opera

Un repertorio di origine oscura, come talvolta succede dati i meccanismi del mercato antiquario, ha messo a rumore da dieci anni il mondo degli studi sull’antichità classica: il cosiddetto Papiro di Artemidoro. Il grosso pezzo è inverosimile da ogni punto di vista: grafia, contenuto, corredo di immagini umane e animalesche, mappa geografica di un paese non identificabile. Nonostante il battage mediatico messo in atto nel 2006, quando il papiro fu esibito a Torino (a Palazzo Bricherasio) in occasione delle Olimpiadi invernali, il pezzo non ha convinto. Questo libro dimostra che non può essere Artemidoro. Il libro è scritto in inglese, per favorire la diffusione delle tesi dell’autore presso la comunità scientifica internazionale.

 

Autore

Luciano Canfora insegna Filologia greca e latina all’Università di Bari. Specialista di Tucidide e della storiografia greca, è tra i più autorevoli antichisti del mondo ed ha al suo attivo numerosi libri tradotti nelle principali lingue europee. Tra le sue più note pubblicazioni: Ideologie del Classicismo (1980), La biblioteca scomparsa (1989), il fortunato Giulio Cesare. Il dittatore democratico (1999), tradotto in cinque lingue, il controverso La democrazia. Storia di un’ideologia (2004), Il papiro di Dongo (2005). È direttore della rivista «Quaderni di storia» e collabora con il «Corriere della Sera».

 


RECENSIONI



DISPONIBILE
Generalmente spedito entro 3 giorni dall'ordine

€16,00
IVA inclusa

ISCRIVITI ORA

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato su news, eventi e nuovi libri in uscita.

DELLO STESSO AUTORE