Giovanni Duns Scoto

Introduzione al pensiero filosofico

di Guido Alliney

Collana Biblioteca filosofica di Quaestio, n. 16
ISBN 978-88-7470-159-9

2012; II rist. 2015; III rist. 2016; IV rist. 2018

pp. IV+222

Una esposizione generale, piana e aggiornata del pensiero di Scoto, che ne rileva l'importanza per lo sviluppo della filosofia occidentale

PROFILO DELL’OPERA

Giovanni Duns Scoto è uno dei più importanti filosofi del medioevo. A lui si devono molte delle intuizioni teoretiche che fondano il pensiero moderno: la concezione della metafisica come ontoteologia, o la nozione di possibile logicum come tutto ciò la cui definizione non implica contraddizione. Anche in psicologia Scoto introduce elementi significativamente innovativi, come la conoscenza intuitiva e la nuova concezione della volontà, non più potenza esecutrice dei giudizi della ragione ma autonoma facoltà spirituale capace di libere scelte e centro della personalità del soggetto. Nonostante questi – e altri – contributi indubbiamente decisivi per la storia della filosofia occidentale il pensiero di Scoto è ancora relativamente poco conosciuto. Ciò è in parte imputabile a un’inadeguata attenzione al suo pensiero, parzialmente estraneo al paradigma storiografico della filosofia medievale come necessaria integrazione fra aristotelismo e Rivelazione. Anche se oggi è abbondantemente superata, per molti anni questa interpretazione del medioevo filosofico ha indicato in Tommaso d’Aquino il vertice della riflessione scolastica, togliendo così rilievo a pensatori di indubbio valore speculativo ma non pienamente riducibili a tale schema interpretativo. Questo volume colma ora una lacuna editoriale presentando con un linguaggio piano le più importanti posizioni del filosofo scozzese. Di esse viene dato conto con il rigore di un’esposizione chiara ma sempre attenta alle più aggiornate ricerche sul pensiero di Scoto.

AUTORE

Guido Alliney è professore associato di Storia della Filosofia Medievale all’Università di Macerata. Si è interessato alle teorie scolastiche del tempo, curando fra l’altro l’edizione critica delle Quaestiones de tempore di Guglielmo di Alnwick (2002). Nell’ambito dei suoi studi sulla concezione della libertà fra XIII e XIV secolo ha pubblicato in traduzione italiana, per le Edizioni di Pagina, una serie di questioni di Enrico di Gand: Il nodo nel giunco. Le questioni sulla libertà di Enrico di Gand (2009). Attualmente sta lavorando all’edizione critica delle Collationes oxonienses di Giovanni Duns Scoto.


DISPONIBILE
Generalmente spedito entro 3 giorni dall'ordine

€19,00
IVA inclusa

ISCRIVITI ORA

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato su news, eventi e nuovi libri in uscita.