Innovazioni sceniche nella Parigi del primo Novecento

di Giovanni Isgrò

Collana Duepunti, n. 20
ISBN 978-88-7470-218-3

2012

pp. 160 (con 16 pp. di illustrazioni B/N)

Una ricostruzione della scena teatrale parigina all’inizio del ’900, nel clima di vivacità culturale e di sfrenata mondanità ereditate dalla fin de siècle.

PROFILO DELL’OPERA

Tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo Parigi vive la sfrenata corsa al divertimento di una società aperta ad ogni forma di novità, fra café chantants e atmosfere éclatantes offerte da teatri gestiti da impresari dal piglio internazionale o dagli spettacoli di foire dei grandi eventi fino al gusto del guiness. Su un altro piano c’è il bisogno di garantire dignità artistica al teatro a fronte della banalità e della routine del teatro commerciale, ma anche di proiettarlo verso prospettive di radicale rinnovamento dei criteri di messinscena. In questo variegato panorama si intrecciano percorsi diversi, persino contrapposti, che vedono coinvolti artisti ed esperienze provenienti da tutta Europa, da Appia a Meyerhold, da D’Annunzio ai Balletti Russi a Fortuny. Insieme a questi, una schiera di innovatori e sperimentatori francesi, da Lugné-Poe a Rouché, da Copeau a Gémier, senza trascurare gli apporti dei promotori del théâtre du peuple con in testa Romain Rolland, fanno di Parigi un crocevia importante nella storia della cultura per molteplicità e varietà di contributi. Di questo articolato scenario, si è ritenuto opportuno, oltre che offrire una visione d’insieme, evidenziare apporti interessanti rimasti tuttavia nell’ombra o poco valorizzati rispetto al lavoro dei padri fondatori riconosciuti della scena europea del Novecento.

AUTORE

Giovanni Isgrò è professore di Semiologia dello Spettacolo presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Palermo. Le sue ricerche riguardano la storia dello spettacolo in Sicilia, il teatro festivo barocco, lo spettacolo dell’Hispanidad mediterranea, il teatro sacro in Europa nel Medioevo e nell’Età moderna, la rivoluzione del teatro in Europa fra Otto e Novecento. Fra le sue ultime pubblicazioni: Fra le invenzioni della scena gesuitica (Roma 2008); Sviluppi delle risorse sceniche in Italia da D’Annunzio agli anni Trenta (Roma 2009), Il sacro e la scena (Roma 2011) e, per le Edizioni di Pagina, Il teatro negato (Bari 2011).


DISPONIBILE
Generalmente spedito entro 3 giorni dall'ordine

€15,00
IVA inclusa

ISCRIVITI ORA

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato su news, eventi e nuovi libri in uscita.

DELLO STESSO AUTORE