Carmelo Bene in cucina

Nicola Savarese intervista Carmelo Bene

di Nicola Savarese

Collana MenAlive, n. 5
ISBN 978-88-7470-674-7

Introduzione di Leonardo Mancini

2019

pp. 200

«Ma l’attore è la voce, l’abbiamo già detto, il corpo è il corpo della voce, la voce è del corpo, poi lascia il corpo e se ne va, questo è metafisico». (C. Bene)
 

PROFILO DELL’OPERA

Gennaio 1997: Carmelo Bene e Nicola Savarese sono a Otranto per un’intervista sul teatro scandita in tre giornate. Ventidue anni più tardi questo libro presenta la trascrizione di quegli incontri, sino a oggi rimasta inedita, aggiungendo nuova testimonianza sul celebre attore salentino. Del teatro di Bene Savarese mirava a indagare quelle specifiche componenti a cui egli aveva già rivolto le proprie attenzioni in altri contesti e riguardo ad altre civiltà teatrali: le parti interne, ‘segrete’, dell’arte attoriale, soggiacenti e precedenti all’atto performativo. Della «folgorante amicizia» fra i due, l’intervista conserva l’immediatezza di un confronto che fu vivo e confidente e le cui parole possiedono ancora oggi un valore particolare, innanzi tutto umano: parole in libertà, pronunciate nella propria casa, alla presenza di un amico.

L’AUTORE

Nicola Savarese è uno storico esperto dei teatri greco-romani e dell’incontro fra teatro occidentale e teatri asiatici. Ha insegnato alle Università “La Sapienza” di Roma, Lecce, Bologna e Roma Tre. Negli anni Ottanta ha insegnato anche nelle università di Kyoto, Montréal e, più recentemente, alla Sorbona di Parigi (2005). È membro fondatore dell'International School of Theatre Anthropology (ISTA) diretta da Eugenio Barba. È stato scholar al Getty Research Institute di Los Angeles e poi fellow all’IRC di Berlino. In collaborazione con Eugenio Barba, ha pubblicato L’arte segreta dell’attore e I cinque continenti del teatro per le Edizioni di Pagina (2018). Nel 2007 ha curato In Scaena, mostra esposta al Colosseo sul teatro romano (In scaena. Il teatro di Roma antica, 2007). Sul rapporto fra teatri occidentali e asiatici ha pubblicato: Teatro e Spettacolo fra Oriente e Occidente (1992) e Teatro Eurasiano (2003).
Leonardo Mancini è dottorando di ricerca in Lettere (Spettacolo e musica) presso l’Università di Torino, in cotutela all’Université Paris 8, con un progetto di ricerca sulla stagione concertistica di Carmelo Bene. Nell’ambito dei suoi studi si è inoltre occupato di Luigi Rasi, del quale ha anche curato la riedizione del trattato del 1890 L’arte del comico (2014).


RECENSIONI



MATERIALI



DISPONIBILE
Generalmente spedito entro 3 giorni dall'ordine

€14,00
IVA inclusa

ISCRIVITI ORA

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato su news, eventi e nuovi libri in uscita.

DELLO STESSO AUTORE