Anna Netrebko

L’ultima divina

di Renato Tomasino

Collana Visioni teatrali, n. 16
ISBN 978-88-7470-833-8

2021

pp. 248, di cui 112 pp. illustrate in B/N

«Anja è assai prossima alla Callas sia vocalmente, sia come interprete e ancora come attitudine nei confronti dell’Arte!» [Placido Domingo]

PROFILO DELL’OPERA

La russa Anna Netrebko è attualmente il soprano più celebre nel mondo, considerata la vera erede di Renata Tebaldi (per la liricità della voce) e di Maria Callas (per la forza interpretativa ed il carisma).
Qui si racconta il suo ruolo nell’arte lirica, fin da quando nella natia Krasnodar – capitale storica dei Cosacchi fra il Dnepr e l’Alto Caucaso – giocava al teatro nell’“Antro delle meraviglie” della cantina di casa, interpretando di preferenza la strega Baba Yaga e le saghe etniche.
Ed eccola, adolescente, a Pietroburgo per affinarsi nel canto, lavando i marmi del Marinskij per mantenersi agli studi e spiare i grandi della Lirica. Lì, come in una favola, la noterà il giovane direttore artistico e d’orchestra Valery Gergiev. Verrà così il debutto con le mozartiane Nozze di Figaro, e poi i grandi successi internazionali dovuti alla sua eccezionale beltà seduttiva, alla voce piena e limpida da “soprano drammatico d’agilità”, all’abilità mimica ed interpretativa, al grande carisma iconico.
Seguono le stagioni allo Staatsoper di Vienna ed al Festival di Salisburgo (proclamata “cittadina onoraria” dal Parlamento austriaco), al Metropolitan di New York ed alla Scala di Milano, i grandi concerti nelle capitali del mondo, con incisioni che dominano la produzione Deutsche Grammophon. Né mancano le annotazioni sulla vita privata: i due matrimoni “d’arte”, il diletto figliolo Tiago, il principesco attico nuovaiorchese sull’Hudson, centro di lussuose follie e dell’intellettualità artistica e culturale internazionale.
Il saggio procede attraverso accurate analisi dal vivo sulle performance recuperate grazie ad un prezioso archivio. Da queste sono stati tratti essenziali fermi-immagine per ogni evento live: primi piani, posture, dinamiche, costumi, dettagli e le sublimi “emissioni in maschera” per un libro-spettacolo ricco di documentazione e di fascino.

L’AUTORE

Renato Tomasino, già ordinario all’Università di Palermo di Storia del Teatro e dello Spettacolo, nonché presidente e fondatore del DAMS e del LUM (Laboratorio Universitario Multimediale promosso dalla UE), è stato programmista di ruolo presso la RAI (Teatro delle Vittorie) e consigliere di amministrazione e consulente culturale di teatri stabili (Biondo di Palermo, Argentina di Roma, cicli classici di Segesta). Critico teatrale e filmico di quotidiani: «Giornale di Sicilia», «L’Ora», «Il Mediterraneo», «L’Avanti»; collaboratore di alcune riviste specialistiche: «Filmcritica» (condirettore), «Fiction» (direttore), «The Rope» (direttore), «L’Acquario» (condirettore), «L’Astrolabio» di Ferruccio Parri (redattore), «Prova Radicale» (redattore), «Rinascita», «Nuova Effemeridi», «Biblioteca teatrale», «Mimesis Journal», ecc. Ha pubblicato decine di monografie, tra le quali la Storia del teatro e dello Spettacolo (Palumbo), Angoscia di Cukor (Mimesis) ed il recente Le Divine. Le Primedonne della Lirica dal Barocco al XXI secolo (Odoya).


MATERIALI



DISPONIBILE
Generalmente spedito entro 3 giorni dall'ordine

€21,00
IVA inclusa

ISCRIVITI ORA

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato su news, eventi e nuovi libri in uscita.