SE NE PARLA

Colonialismo, razzismo, ieri oggi


un libro di grande attualità: una storia per chi non ha paura di ricordare

Sul periodo coloniale del ventennio fascista ci sono pochi romanzi di grande rilievo, Flaiano su tutti, mentre gli storici non sempre hanno riconosciuto le spietate efferatezze compiute dagli occupanti, come l’uso dei gas asfissianti, gli stupri di massa e i genocidi.
L’immagine degli italiani brava gente ha spesso offuscato i fatti, senza considerare che tutti i popoli europei hanno grandi responsabilità nei confronti delle nazioni africane.
Paolo Comentale, autore e interprete di coinvolgenti spettacoli teatrali per ragazzi, fondatore dello storico “Gran teatrino di Pulcinella” di Bari e incarnazione stessa della maschera il cui mito non conosce confini, ha voluto raccontare la storia di un eccidio di proporzioni spaventose, Debra Libanos, in Etiopia, nel 1937.
Un romanzo coraggioso, di memoria e denuncia, che spinge a riflettere su un’epoca sfumata nella grande sciagura delle dittature del Novecento.
La storia che Paolo Comentale ci racconta è terribilmente attuale. Ripercorre ferite ancora aperte, che dovrebbero essere discusse a un tavolo più adeguato, ovvero quello europeo. Un’analisi che farebbe certamente bene a un continente incapace di affrontare le sue contraddizioni.

SELECT * FROM conf_allegati WHERE id_articolo = 26 AND id_tipo=1 and non_visualizzare = 0 order by ordine desc, id desc

Ricerca

Articoli recenti

ISCRIVITI ORA

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato su news, eventi e nuovi libri in uscita.