Archivio di etnografia

2/2019

di AA.VV.

Collana Archivio di Etnografia
ISBN 978-88-7470-761-4

Direttore responsabile: Ferdinando Mirizzi

2020

pp. 116

Rivista del Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo (DiCEM) dell’Università degli Studi della Basilicata.

Abbonamento (2 numeri)
• Italia: € 26,00
• Istituzioni: € 32,00
• Estero: € 40,00
Per abbonarsi (o richiedere singoli numeri) rivolgersi a Edizioni di Pagina: clicca qui

LA RIVISTA

«Archivio di Etnografia», al quattordicesimo anno di pubblicazione nella nuova serie, è una rivista del Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo: Architettura, Ambiente, Patrimoni Culturali (DiCEM) dell'Università della Basilicata diretta da Ferdinando Mirizzi.

CONTENUTI DEL N. 2/2019

Apre il numero 2/2019 dell’“Archivio di Etnografia” la sezione “Saggi”, in cui Alessandra Broccolini propone una riflessione sull'intervista etnografica, intesa non solo come strumento di conoscenza, ma anche quale momento di relazione interpersonale nel contesto della ricerca sul campo. Proponendo numerosi esempi di ricerca nell'ambito dei patrimoni culturali immateriali, il saggio esplora i diversi aspetti e le problematiche connesse all’impiego dell’intervista. Nella sezione “Etnografie”, con riferimento a due diversi contesti storici e culturali (la Siria prima delle sollevazioni del 2011 e della conseguente guerra, e la Tunisia dopo la rivoluzione del 2011), Domenico Copertino riflette sulle modalità attraverso le quali le tradizioni discorsive islamiche sono influenzate dal cambiamento storico, con il quale si relazionano in una dinamica di trasformazione e continuità. Segue la sezione “Repertori”, dove Fioralba Magno descrive la figura del giornalista e studioso Domenico Notarangelo (1930-2016), autore di una tra le ultime e più puntuali documentazioni intorno alla “civiltà contadina” della Lucania e della Puglia, in grado di attestarne l’inevitabile e rapida scomparsa in divenire, con una attenzione per canti, dialetti, personaggi, aneddoti, tradizioni popolari e religiose, attraverso il ricorso alla fotografia e alla registrazione su nastro video e audio. Chiude il fascicolo la sezione “Sequenze”, in cui Vincenzo de Pinto propone alcune immagini a partire dalla mostra fotografica “S(u)onagli”, risultato di un progetto di ricerca che ha come protagonista il tamburello, strumento della tradizione musicale molto diffuso nella Puglia centro-meridionale.


INDICE ED ABSTRACTS



MATERIALI



DISPONIBILE
Generalmente spedito entro 3 giorni dall'ordine

€15,00
IVA inclusa

ISCRIVITI ORA

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato su news, eventi e nuovi libri in uscita.